7034 visitatori in 24 ore
 308 visitatori online adesso







Alberto De Matteis

Alberto De Matteis è nato il 18 febbraio 1940 a Pisignano (frazione di Vernole, provincia di Lecce), piccolo centro, ricco di memorie storiche, artistiche ed umane, situato a poche miglia dal capoluogo e dall'incantevole ed accogliente mare del Salento.
Al termine delle scuole elementari e medie, ... (continua)


La sua poesia preferita:
Madre
E tu che qual candida colomba
spazi nell'azzurro immenso cielo
tra inni e canti d'angelici cori
non più odi il sibilo di vento
che qui sfiora ogni anima mortale.

L'invisibil ombra ch'or mi segue
la vedo china sempre sul mio capo
che...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Nel volto denutrito d'un bambino
Ovunque, o mio Signore, il guardo volgo
è impressa la tua immago nel mio cuore
che qual ognora infaticabil ombra
insegue i miei pur vacillanti passi.

Nello straziato volto d'una madre
ch'attende ansiosa che ritorni il figlio
nella soffusa...  leggi...

Piccolo uomo
Gran folla s'accalcava intorno a Lui
ogni lembo toccando del Suo manto
che sfiorando di polvere ogni grano
n'usciva la potenza dell'Amore.

E da quel dì l'Amor vince la morte
il superbo disperde il forte vento
e d'Amor la fonte, immensa...  leggi...

Odo la tua voce mio Dio
Nel vento che soffia
e nella nube che passa
nell'erba che verdeggia
e nella foresta che cresce
odo la tua voce mio Dio.

Nel fiume che scorre
nel ruscello che mormora
e nella sorgente che sussurra
odo la tua voce mio Dio.

Nel fiore che...  leggi...

La preghiera
Il lento rintocco
d'una vecchia campana
in chiesa
chiamava
i fedeli
E lì
all'ultimo banco
gli occhi...  leggi...

Eri mia madre
Esile, dolce figura di donna,
il tuo cuore già stanco,
da tre anni ha cessato di battere,
ma i suoi battiti io li sento ancora...
Lassù.

Avevi cent'anni...
Eri mia madre.

Tu, che mi hai tenuto per mano
nei momenti più...  leggi...

L'estate ormai pian piano è andata via
L'estate ormai pian piano è andata via
sotto quel pergolato tutto d'oro
intrecciar di mani e sguardi furtivi
tra valzer di gioiosa giovinezza.

Il tempo s'è fermato amore mio
sul mare azzurro turgido di stelle
tra mille barche...  leggi...

Bella com'onda serena del mare
Bella com'onda serena del mare
un dì m'apparisti sulla battigia
capelli lunghi ed occhi vispi azzurri
al par d'un cerbiatto uscito dal bosco.

Sirena del mare eretta sui fianchi
fissa miravi il planar d'un gabbiano
ch'abbandonato il suo...  leggi...

Amplesso d'amore
Sull'onde del mare
ti vedo
fra il dolce planar
di mille gabbiani.

Con la tua pelle liscia
bronzo- dorata
i raggi del sole
caldi e splendenti
dardi d'archi fulminei
nel mio cuore irradi
assetato d'amore.

Da tua beltà abbagliato
le...  leggi...

L'alba di un'altra primavera
Tra filari di ulivi secolari,
in compagnia di passeri e fringuelli,
un'aria salùbre e frizzante respiro
in questa'alba di dolce e precoce primavera.

Con passo felpato mi muovo
su perle di gocce brillanti,
cadute dalle verdi...  leggi...

Solo un foglio di carta ingiallito
Mi ritrovo stasera
con un foglio di carta
ingiallito dal tempo,
e il mio cuore ferito
ha di nuovo un sussulto.

Eri ancora un ragazzo
quando partisti...
(mi raccontavi una sera)

Per dove? Perchè?
Nulla importava,
era la...  leggi...

Il mio primo ricordo
Ero solo un bambino
quando la guerra cessava.

Ed era stato per me
come un gioco
di notte in braccio a mia madre
correre al suon di sirene
e lampi di fuoco nel cielo
a ripararci sotto folte chiome d'ulivo
e pampini d'uva.

A casa...
un uomo...  leggi...

Alberto De Matteis
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Madre (10/06/2013)

La prima poesia pubblicata:
 
La preghiera (07/02/2012)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Dove l'azzurro del mare si perde (27/03/2017)

Alberto De Matteis vi consiglia:
 Madre (10/06/2013)
 Amplesso d'amore (26/05/2012)
 Donna a Te s'addice l'Alloro della Poesia (06/03/2013)
 La distanza più breve tra due persone, il sorriso (25/06/2013)
 Quando il dolore bussa (13/06/2013)

La poesia più letta:
 
Amplesso d'amore (26/05/2012, 5217 letture)

Alberto De Matteis ha 12 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Alberto De Matteis!

Leggi i segnalibri pubblici di Alberto De Matteis

Le raccolte di poesie di Alberto De Matteis

Alberto De Matteis su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 24/03/2016
 il giorno 18/03/2015
 il giorno 11/03/2014
 il giorno 04/03/2013

Autore della settimana
 settimana dal 26/12/2016 al 01/01/2017.
 settimana dal 26/10/2015 al 01/11/2015.
 settimana dal 16/06/2014 al 22/06/2014.
 settimana dal 11/11/2013 al 17/11/2013.
 settimana dal 20/05/2013 al 26/05/2013.
 settimana dal 24/12/2012 al 30/12/2012.

Alberto De Matteis
ti consiglia questi autori:
 Sara Acireale
nemesiel
 Berta Biagini
 Anna Maria Cherchi
 carla composto

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Alberto De Matteis? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Alberto De Matteis in rete:
Invia un messaggio privato a Alberto De Matteis.


Alberto De Matteis pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

I dolori del giovane Werther

"I dolori del giovane Werther" è un romanzo di Johann Wolfgang Goethe. Appartiene all'età giovanile di Goethe (leggi...)
€ 0,99


Alberto De Matteis

Nantes in gurgite vasto

Riflessioni
Attonito
guardo l'onda che brucia
brandelli di sabbia
sospinti dal vento,
volti emaciati,
consunti, straziati,
mani tese al cielo,
nude
nel fosco aere.

Urlo struggente
dall'onda rossa s'eleva,
che invoca pietà.

E poi... più nulla.

Il mare... il sogno e la speme.

Il mare... la tomba
per sempre.



Alberto De Matteis 29/04/2015 05:08| 12| 810 748


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Sara Acireale - Rosita Bottigliero - Cristiano De Marchi - anna di principe - Francesco Rossi - Patrizia Ensoli - Annamaria Gennaioli - piera tola - Donato Leo - Daniela Zarriello
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«"Nantes in gurgite vasto" (Virgilio)
Pietà, dolore, rabbia per tante vittime innocenti... alla ricerca della dignità e della libertà. Il mare, speranza di una rinascita, si traforma in tomba, per sempre.
»


 
I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«E poi … più nulla – bastano queste parole per far comprendere quello che effettivamente appare davanti agli occhi. Dolore si tocca con mano ogni giorno – mani che non sanno come fare perché tutto questo possa avere fine. Sentitissima.»
Club ScrivereBerta Biagini (30/04/2015) Modifica questo commento

«Chiunque rivolge le mani al cielo, chiede assistenza, aiuto. Solo l'indifferenza uccide questi migranti. Quel mare che è diventato un cimitero senza alcuna lapide, senza epitaffio, senza un fiore.»
Club ScrivereDonato Leo (29/04/2015) Modifica questo commento

«il mare bellezza naturale che si trasforma in tomba per chi attraverso questo elemento cerca la libertà ... gente trascinata in gorghi d'aqua che li trascina nel fondo, gente che non sa nuotare che annaspa ...lirica che tocca il cuore tragedia immane ...innocenti che fuggiti dalla guerra trovano la morte... i mio sincero elogio al poeta»
Club Scriverecarla composto (29/04/2015) Modifica questo commento

«Struggente poesia che ricorda l'immensa catastrofe, che non è l'ultima ma l'epilogo di tante avvenute prima di arrivare all'imbarco, si muore nel deserto, si muore nella terra natia e si muore anche dopo quando arrivati si perdono le tracce ...»
Club ScrivereAnnamaria Gennaioli (29/04/2015) Modifica questo commento

«Un epitaffio commosso e struggente quello del poeta di fronte ad una tragedia che si ripropone e di fronte alla quale ci sentiamo impotenti... noi, uomini del quotidiano che non capiscono le "ragioni" dell'ipocrita pietismo dei potenti»
nemesiel (29/04/2015) Modifica questo commento

«Soffermarsi sul dolore altrui e non rasentare l'indifferenza è un valore aggiunto alla nostra vita e la poetica esprime con lucidità questo aspetto il dolore colmato dalla nostra attenzione e una risposta precisa e puntuale all'indifferenza.»
Club ScrivereFrancesco Rossi (29/04/2015) Modifica questo commento

«Una tragedia immane di proporzioni bibliche, che vede coinvolti tanti disperati alla ricerca di nuove realtà economico- sociali. La loro speranza, però, s'infrange contro l'indifferenza dell'Europa. Un atteggiamento egoistico e violento, che ispira il poeta a versificare con straordinario pathos la sofferenza e la morte.
Versi potenti con ritmo incisivo ed incalzante. Il mio elogio al Poeta!»
Club Scrivereanna di principe (29/04/2015) Modifica questo commento

«Una fuga per la vittoria, che regala morte illacrimata, mischiandosi le lacrime con le stille del mare! Complimenti sinceri...»
picciro (29/04/2015) Modifica questo commento

«tanto dolore per vittime innocenti. versi di una bellezza poetica unica. ottimaa la forma e il contenuto. complimenti»
Club ScrivereRosita Bottigliero (29/04/2015) Modifica questo commento

«Il dolore e il peso di tante vite perse in mare, senza un vero perchè... Pennellate di poesia e di grande umanità. Un grido a cui»
Antonella Dadone (29/04/2015) Modifica questo commento

«Il mare si trasforma in una tomba. Il nostro generoso mare piange per così tante vittime innocenti. Sono persone che scappano dalla miseria e dalla guerra: scappano dall'inferno per venire a trovare la morte. Perché l'Europa è assente? Perché l'ONU non interviene? Penso che bisogna agire per salvare quante più vite umane è possibile.»
Club ScrivereSara Acireale (29/04/2015) Modifica questo commento

«Scappare da luoghi che hanno dato fame, persecuzioni e morte. Scappare attraverso il mare ancora di salvezza, diviene la loro tomba in una gelida e lugubre morte. Lo spiegano bene i versi dell'autore. Lirica apprezzata!»
Grazia Denaro (29/04/2015) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:

smiley Tanta delicatezza in questa poesia (chrysalis)

smiley melodia di parole per una cosi grande tragedia (chrysalis)

smiley Opera che suscita forte emozione,apprezzata! (Laksmi)

smiley Particolarmente coinvolgente e ben descritta. (sergio garbellini)

smiley Versi che sottintendono il grande dolore. (Grazia Denaro)

smiley bella poesia, nonostante tutta la sua tragicità*** (Jade B)

smiley Siamo sulla stessa lunghezza d'onda Poeta. SF (Sara Acireale)

smiley resta la tristezza, ma non basta.. (Anna Maria Cherchi)

smiley bella poesia. un saluto (Rosita Bottigliero)

smiley Tanta tragica verità nei tuoi ottimi versi! Plauso (Cristiano De Marchi)

smiley Lirica commovente e incisiva.Bravo ,saluti S+F (Anna Di Principe)

smiley Versi che esprimono tutto il dolore e la rabbia di (Rosetta Sacchi)

smiley una tragica realtà. (Rosetta Sacchi)

smiley umana empatia in versi struggenti (nemesiel)

smiley Bella quanto drammatica.. (Annamaria Gennaioli)

smiley Molto bella a mio avviso, buona giornata (Massimiliano Moresco)

smiley Non posso che condividere questa meravigliosa (pier quirica tola)

smiley lirica, per il suo intenso dire, tristemente vera. (pier quirica tola)

smiley Ottima SF...proprio bella. (pier quirica tola)

smiley alberto sempre un piacere leggerti SF bravo (carla composto)

smiley Commozione e sgomento. Un inchino a chi non c'è (Donato Leo)

smiley l'ha fatta. SeF (Donato Leo)

smiley l'ha fatta. SeF (Donato Leo)

smiley Incisiva, piena di forza, bella (Daniela Zarriello)


Amazon Prime

Link breve Condividi:


Riflessioni
Giustizia e pace
Sotto l'ombra d'un lampione
Settantasette volte
Alla vecchiezza
Sul nero asfalto
Crepe insanabili
Sulla fredda coltre
La maldicenza
Ancora muri
Paese mio ridente tra gli ulivi
Attendo il sereno
Illusioni
La spina del cuore
Come cenere al vento
Voglia di sognare
Siamo come l'acqua che scorre
La campana della sera
Pensiero costante
Carpe diem
Non sperar nella dea bendata
Aurea mediocritas
La rondine dopo la tempesta
Ricordi
Fugge irreparabilmente il tempo
Notte sul "Mare nostrum"
Nantes in gurgite vasto
Semplicemente
Camminar sulla terra
De calumnia (Il calunniatore)
Poesia e Musica
Il sogno del Poeta
Quando verrà la notte
Il creato... quale destino?
Come una rosa
Dell'italo ciel fulgida stella
Onda son io
Atto d'un solo pensiero
Vassene il tempo
Lasciati ognora cullare dai sogni
Fugge il tempo, fluisce la vita
Quando ti trovi ad un bivio
L'invidia, bifida lingua che morde se stessa
Oltre quella porta era il tuo destino
Null'altro son io
Quando in solitario loco m'assido
Anche se il vento ha disperso dei sogni
Se dell'altrui dolor nulla ti cale
L'inesorabil tempo che va via
Sei solo un precario innanzi al tuo tempo
La distanza più breve tra due persone, il sorriso
A te che ti rinserri nel tuo orgoglio
Se dell'infido mare i flutti temi
Avrei la malia del "dolce stil novo"
E questo ti basta
Quando il mattino s'è tinto di rosso
La terra
Rughe silenti
Se potessi
Morire come
Ostrica allo scoglio
Foglie in autunno
Mare di sabbia
Tace il cuore
Terra cara, terra mia del Salento
Chinar la testa, innalzarsi in volo
La prova del tuo destino
Senza nome
Piccolo fiore
Serena come notte stellata
Ed è già primavera inoltrata
L'ulivo, messaggero di pace
Il grande amore
Solo un foglio di carta ingiallito
Eri mia madre
Il ruscello
Volo spezzato
Il mio primo ricordo

Tutte le poesie



Premio Scrivere 2014
Il creato... quale destino? I nodi del destino (Riflessioni)
Piccolo uomo "Con l'orlo del suo abito l'amore sfiora la polvere. Pulisce le macchie da strade e sentieri e poiché ne ha la forza ne ha anche il dovere" (Madre Teresa di Calcutta - Spiritualità) Menzione di merito
Camminerai su nuvole dorate Tema Libero
Premio Scrivere 2013
Oltre quella porta era il tuo destino Oltre la porta (Riflessioni)
La felicità... dentro di me La ricerca della felicità ("Tra i diritti inalienabili dell’uomo: la tutela della vita, della libertà e la ricerca della felicità" Thomas Jefferson (1743-1826) (Sociale))
Null'altro son io Tema libero



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it